Viaggi in aereo con bambini

Viaggi in aereo con bambini: consigli da prendere “al volo”

 

Per i tuoi viaggi in aereo con bambini, ecco qui alcune soluzioni, anche per voli  molto lunghi: come si può rendere piacevole e divertente il tempo?

Mamme e papà, avete mai pensato di viaggiare in aereo con i vostri bambini (anche molto piccoli)? Sicuramente sì, del resto sarebbe un tragitto piacevole se la meta fosse magari in Europa. Infatti due, anche tre ore di volo, possono essere gradevoli. Ma se il viaggio fosse più lungo? Se si trattasse quindi di un volo intercontinentale?

Molti di voi penseranno che è una missione impossibile e quindi facilmente desisteranno. Noi di Piccoli e Viaggi, invece vi mostreremo come anche questa “mission impossible” può diventare una bellissima avventura da vivere in famiglia. Partire in compagnia dei più piccini, infatti, è anche (e soprattutto) un buon modo di trascorrere del tempo prezioso con i figli aiutandoli a crescere, a imparare e a sviluppare una migliore comprensione del mondo e a sapersi adattare ad ambienti diversi da quello natale. Detto ciò, come potete intrattenere i vostri piccoletti durante il viaggio?

Viaggi in aereo con bambini: “soluzioni al volo”

Prima di tutto, scegliete un volo possibilmente diretto. Magari non ce ne sono tantissimi e costano di più, ma “risparmierete” in salute. Se invece trovate un volo con più scali sarebbe opportuno non sostare troppo in aeroporto e ripartire non oltre tre ore dall’atterraggio del primo volo. Sono da escludere i tre scali (a meno che non siano necessari per viaggi a lunghissimo raggio, come l’ Australia).

Sarebbe opportuno scegliere un volo notturno, sono una vera salvezza per chi viaggia con i bambini piccoli che possono dormire nelle culle da viaggio. La questione riguarda ovviamente anche i figli un po’ più grandi che passeranno la maggior parte del loro tempo sdraiati sul proprio sedile, tra le braccia di Morfeo.

Viaggi in aereo con bambini: la culla
Viaggi in aereo con bambini: la culla

Il viaggio sarà sicuramente più tranquillo se si avranno al seguito dei lattanti che mangiano e dormono (e non corrono ancora per i corridoi) per la maggior parte del tempo, quindi non hanno quindi bisogno di altri intrattenimenti. Se, invece, avete dei bimbi un po’ più grandi il consiglio spassionato è quello di portarvi tantissimi fogli da colorare, quindi moltissimi pennarelli e magari un po’ di didò per poter trascorrere il tempo in maniera creativa utilizzando le formine.

Viaggi in aereo con bambini: colorare per trascorrere il tempo
Viaggi in aereo con bambini: colorare per trascorrere il tempo

Indispensabile è avere sempre a portata di mano un tablet per poter guardare un po’ di cartoni oppure scegliere un contenuto dallo schermo posto sul sedile dell’aereo (di solito ci sono tanti cartoni animati, come puntate di Peppa Pig, Daniel Tiger, Masha e Orso o impiegare il tempo con giochi elettronici).

La compagnia aerea Qatar, per esempio, è molto attenta ai bambini (regala loro pupazzetti e pennarelli con lavagnette su cui colorare).

Viaggi in aereo con bambini: giocare col tablet per far "volare" il viaggio
Viaggi in aereo con bambini: giocare col tablet per far “volare” il viaggio

Viaggi in aereo con bambini: come ingannare il tempo durante il volo

Fate sedere i bambini vicino al finestrino, questo può distrarli e divertirli durante il viaggio. Portate sempre con voi piccoli spuntini (crackers, succhi di frutta, biscotti secchi, omogeneizzati di frutta) per ingannare il tempo.

Viaggi in aereo con bambini: uno spuntino in volo per non perdere le energie
Viaggi in aereo con bambini: uno spuntino in volo per non perdere le energie

Affrontiamo ora un’altra questione: il fuso orario. Certo, se si intraprendono voli intercontinentali si deve mettere in conto la questione del jet lag.

Questo, infatti, incide notevolmente sul fattore stress dei genitori: per esempio anche 6 ore aventi o indietro rispetto all’Italia purtroppo non sono poche. I bambini di solito si abituano quasi subito (meglio di quanto voi pensiate), quindi non preoccupatevi troppo per questo.

Se possibile, preferite dei voli che vi permettano di ammortizzare le ore di fuso orario, magari con atterraggio nel pomeriggio inoltrato quando, una volta arrivati, avrete il tempo di ritirare il vostro bagaglio, sistemarvi in hotel, cenare e poi riposarvi. Nei giorni precedenti il viaggio fate in modo di rispettare intervalli di sonno regolari e comunque per i primi giorni mangiate in maniera leggera.

Trascorrere tanto tempo in aereo con i bimbi non è proprio una passeggiata di salute o la più divertente delle esperienze di famiglia,ma con piccoli accorgimenti e tanta fantasia anche quest’esperienza può diventare una delle più belle. Forse potrà sembrare complicato, ma se la voglia di partire è tanta si supera anche questo. In bocca al lupo e buon viaggio!

Commenti

Redazione

Seguici su Facebook