bambini al mare

Bambini e mare: qual è la merenda ideale per i più piccoli?

 

Bambini e mare, un’accoppiata vincente ma che spesso fa rima con molta attività fisica e poco mangiare. Ecco come fargli tornare l’appetito con delle merende salutari!

Quando arriva l’estate, non è raro che si soffra di un po’ di inappetenza: il caldo riduce il senso di appetito, e bere molto di più può riempirci lo stomaco anche senza mangiare.

Succede lo stesso anche ai bambini, che spesso sono tentati da bevande zuccherine, gelati e granite e ogni genere di prelibatezza. Spesso però questi snack rinfrescanti sono ricchi di calorie e con un equilibrio nutrizionale scarso.

Che sia una giornata o un’intera vacanza, allora, è importante preparare la merenda giusta per i più piccoli, per dargli il giusto nutrimento tra un bagno e l’altro.

Innanzitutto, è importante bere: portate con voi in una capiente borsa frigo dell’acqua naturale, magari arricchita con spicchi di limone, frutti rossi o menta. Saranno delle bevande naturali, estremamente salutari ma totalmente privi di coloranti, zuccheri e conservanti artificiali.

Per la merenda preferite invece la frutta: è lo snack che fa bene in ogni momento dell’anno ma soprattutto in estate, poiché reintegra i sali minerali e spesso favorisce l’abbronzatura, ma proteggendo la pelle dai dannosi raggi ultravioletti.

Uno snack fresco a base di frutta, magari sotto forma di macedonia, piacerà anche ai bambini più schizzinosi, soprattutto se arricchito da qualche scaglia di cioccolato fondente. Allo stesso modo, magari poco alla volta, possiamo abituare i bambini al consumo di verdure, facendogli mangiare qualche bastoncino di carota o delle fettine di cetriolo, ideale perché ricchissimo d’acqua e quasi del tutto privo di calorie.

Se proprio i piccoli non riescono a digerire la frutta, o anche solo per variare un po’ il loro snack da spiaggia, potete variare con della frutta secca non salata (noci, nocciole, mandorle e pistacchi), in quantità certamente ridotte visto che risulta piuttosto calorica. Provate anche lo yogurt, sia più denso che liquido: il sapore del latte, magari mescolato alla frutta, e la sua freschezza lo renderanno una merenda ideale.

E che dire del gelato? Sì, ma con moderazione! Nei bambini è preferibile evitare – ovviamente – di consumarlo tutti i giorni o come sostituto dei pasti principali: meglio riservarlo alla merenda.

Scegliere un gelato artigianale è sempre preferibile, con gusti alla frutta e magari privi di uova, panna o latte: in questo modo saranno rinfrescanti ma senza appesantire, a prova anche di intolleranza.

Commenti

Stefano Maria Meconi

Seguici su Facebook