Fattorie didattiche

Agriturismi e fattorie didattiche, divertirsi in famiglia in mezzo alla natura

 

La bella stagione sta per arrivare, e tra prati in fiore e boschi rigogliosi perché non concedersi una gita fuori porta con tutta la famiglia?

E dato che siamo in primavera, e tutti sappiamo quanto sia importante per i bambini conoscere e scoprire il mondo che ci circonda, perché non pensare a una gita alternativa? Stiamo parlando degli agriturismi e delle fattorie didattiche, un mondo nel mondo, dove si può apprezzare il metodo di coltivazione di frutta e verdura, come vengono allevati gli animali da fattoria, e come si gestisce un ambiente di lavoro naturale.

Mentre i piccoli saranno incantati dagli agnellini e dalle mucche, i più grandi potranno rilassarsi tra un bicchiere di vino e un assaggio della gastronomia più autentica.

Toscana, la natura del Centro Italia a misura di famiglia

Garfagnana con bambini
Garfagnana, la Toscana a misura di famiglia

Il turismo è un punto di forza della Toscana che, dopo i visitatori “culturali” e quelli “enogastronomici”, vuole coltivare la sua fama attraverso le famiglie.

Molto interessante, ad esempio, è il progetto della Fattoria Lo Spaventapasseri a Calstenuovo di Garfagnana, bel borgo della provincia di Lucca, che insieme alla parte prettamente turistica, composta da stalla, serra, forno a legna, percorsi didattici e itinerari nel verde (tra colture e frutteti), propone l’interessante progetto dell’agrinido-agriasilo, ovvero una struttura che prevede attività all’aperto, in una commistione tra le scuole e le fattorie didattiche.

La “palestra verde”, come viene definita, permette ai più piccoli di alternare l’apprendimento classico con quello “ecosostenibile”, in un percorso sicuramente innovativo e interessante che va oltre le classiche fattorie didattiche.

Adatto a famiglie con bambini è anche l’Agriturismo Palazzo Vecchio di Borgo San Lorenzo, nella zona del Mugello (provincia di Firenze), nel quale oltre a 21 posti letto e piscina, per grandi e piccini, ci sono numerose attrazioni adatte ai bambini, che possono scoprire, ad esempio, il ciclo produttivo del latte – dalla mungitura alla sua trasformazione alimentare – con una iniziativa che farà toccare con mano ai piccoli il latte, fino a trasformarlo in una forma di formaggio.

Lombardia, le fattorie didattiche e il “dopo Expo”

Fattorie didattiche Lombardia
Fattorie didattiche in Lombardia: sapori e bontà per far comprendere ai bambini l’importanza di una alimentazione naturale (Photo by Joanna Nix on Unsplash)

Dopo Expo 2015, la Lombardia ha sviluppato un progetto volto ad incrementare la presenza di fattorie didattiche sul suo territorio, e ora ce ne sono diverse decine, dove trascorrere una giornata in famiglia.

È il caso dell’Azienda Agricola Cascina Gervasoni a San Giovanni Bianco, nel bergamasco, situata in una bella frazione a quasi 800 metri sul livello del mare, nella quale i giovani e giovanissimi possono approfondire le tematiche della permacultura, dell’agricoltura sinergica e naturale, e dunque capire appieno come i ritmi dell’agricoltura siano, e debbano essere, strettamente legati ai ritmi della natura.

Particolarmente interessante è anche la parte espositiva e “scolastica” proposta dall’Azienda Agricola Ai Pendolini di Monzambano, in provincia di Mantova, nella quale si possono scoprire non solo le coltivazioni naturali, e riprodurle poi nel laboratorio di cucina, ma anche ammirare le arnie con le api, e addirittura scoprire come funziona un allevamento di bachi da seta.

Degustazioni di prodotti, laboratorio di cucina vegetariana e pasticceria, studio dei profumi e dei sapori naturali e molto altro completano questa esperienza didattica rivolta ai bambini, ma che farà felici anche gli adulti.

Puglia in famiglia, tra masserie e natura

Puglia per bambini
Masserie e fattorie didattiche: la Puglia dei bambini è tutta all’insegna delle tradizioni

Il nostro viaggio tra le fattorie didattiche e gli agriturismi si conclude in Puglia, la terra per eccellenza delle “masserie”, antiche aziende agricole e casolari situati in aperta campagna, particolarmente rivolte alla coltivazione delle olive e ai vigneti, ma che negli ultimi anni si sono ricavate un ruolo di nicchia nell’attrazione dei turisti.

All’Agriturismo Tre Pini di Cassano delle Murge (Puglia), la cura dell’ambiente passa attraverso trenta ettari di coltivazioni interamente biologiche ed ecosostenibili, e dunque permettono alle famiglie ospiti di apprezzare appieno le produzioni che vi vengono ricavate, dall’olio al vino, dai formaggi alle marmellate.

Molto divertente, già solo dal nome, è la Masseria dei Monelli a Conversano (Bari). È una struttura rivolta a un pubblico giovanissimo, arricchita da percorsi didattici che permettono di comprendere meglio come funziona la natura, ma anche le attività artigianali come la cottura del pane, la realizzazione dei formaggi o la coltivazione dei campi.

Commenti

Redazione

Seguici su Facebook