Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Weekend d’autunno nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

 

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è una delle mete naturalistiche migliori d’Italia per trascorrere un weekend autunnale con tutta la famiglia. Questo luogo, infatti, non solo unisce tre regioni ma è ricchissimo di idee turistiche da vivere con i bambini al seguito.

Pensate alla gioia dei più piccoli nell’attraversare i boschi a bordo dei trenini, ammirare le cascate, scorgere tra gli spazi verdi cervi, scoiattoli e perché no? Anche gli splendidi orsi bruni marsicani! Tutto è possibile in questa area protetta da 50mila ettari, istituita ormai quasi cento anni fa.

Vivere il parco in autunno significa scoprire tutti i colori del Centro Italia, l’emozionante bellezza della natura che cambia e rilassarsi in spazi incontaminati. Le temperature più fresche, la lontananza dal caos cittadino, la possibilità per i piccoli di divertirsi in sicurezza: non ti abbiamo ancora convinto?

Le migliori esperienze del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

La Camosciara di Civitella Alfedena

A Civitella Alfedena, in provincia dell’Aquila, è possibile scoprire la Camosciara. Si tratta di un’area verde, completamente interdetta al traffico, recuperata dopo un dannoso progetto stradale degli anni Sessanta. L’itinerario dei camosci non si incentra soltanto su questi splendidi animali di montagna, ma include tantissime attrazioni naturalistiche.

Tra queste le cascate, come quella delle Tre cannelle o la Cascata delle Ninfe, veri angoli di natura tanto rinfrescanti quanto silenziosi. Molto bello il percorso che arriva al Rifugio della liscia, una full immersion tra boschi di faggi che si conclude in una casetta dai colori pastello.

Sempre a Civitella si possono scorgere a volte anche i lupi, specie protetta e sempre più a rischio: ma bisogna farlo quando le temperature si abbassano, perché con il caldo tendono a ripararsi dal sole.

Le Gole del Sagittario

Un’escursione che piacerà a grandi e piccini è quella delle Gole del Sagittario, un’area che i turisti europei avevano scoperto già nell’Ottocento. Bella e paurosa, questa zona è ricca di passeggiate da fare a piedi o in bicicletta: si può passare per il Lago di San Domenico, scoprire a piedi i vicoli di Villetta Barrea e arrivare così fino a Scanno. Qui scoprirete la “città dell’oro”, perché la lavorazione tradizionale del materiale prezioso risale a molti secoli fa. Tra i gioielli più belli c’è la Presentosa, che le donne indossavano in passato per eventi e festività.

Mamma, papà e anche i piccoli saranno felicissimi di scoprire il Lago di Scanno, che visto da una certa angolazione ha la forma di un cuore. Romantico, no?

Le escursioni “animalesche”

Soprattutto in estate, ma anche in autunno è possibile fare delle vere e proprie escursioni a tema animali. Le guide escursionistiche del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise organizzano regolarmente dei piccoli trekking adatti a tutta la famiglia.

Nel corso di questa passeggiate si possono riconoscere le impronte degli animali, veder passare orsi e lupi e perché no anche gli scoiattoli, i preferiti dai più piccoli! E per gli avventurosi, una bella caccia al tesoro proprio lungo la Camosciara, dove si vive la montagna… a piccoli passi.

Come scoprire il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Come arrivare

Se si arriva da Roma, il modo più rapido per raggiungere il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è in automobile. Si segue la A25 fino a Pescina (dopo Avezzano) e si prosegue lungo la Statale 83 in direzione di Pescasseroli, sede del parco.

Per chi arriva dall’Adriatica, il percorso da seguire è quello della A25 in direzione Sulmona, per poi proseguire anche in questo caso lungo la SS83. Se ci si sposta in treno, la stazione più vicina al parco è quella di Avezzano, lungo la linea Roma – Pescara. Da qui ci si può muovere in autobus lungo le rotte locali.

Dove dormire e mangiare

Tutta la zona del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è decisamente piacevole dal punto di vista gastronomico. La cucina abruzzese, ricca di specialità di carne e dolci, conquisterà anche i palati più schizzinosi!

A Scanno si possono provare i piatti tipici all’Antica Trattoria Via Roma, mentre l’atmosfera rustica e i piatti abbondanti sono la specialità del Ristorante Da Giocondo a Rivisondoli. Con vista sul Lago di Barrea, l’Albergo ai Quattro Camosci e il Valdirose uniscono l’accoglienza tipica della regione con atmosfere eleganti di alta montagna.

Commenti

Stefano Maria Meconi

Seguici su Facebook