valsugana

Valsugana, la libertà di godersi la montagna in famiglia

 

L’estate 2020 non sarà come tutte le altre. L’emergenza Covid-19 ci impone di cambiare il modo con il quale immaginiamo e organizziamo le nostre vacanze, soprattutto se quelle vacanze vedono insieme a noi la presenza dei più piccoli. Fortunatamente, Valsugana e Lagorai sono da sempre destinazioni dove le famiglie si possono sentire a casa, e lo saranno anche in questo periodo vacanziero caratterizzato dalla riscoperta del turismo di prossimità, dal distanziamento sociale e da una ricerca spasmodica di mete dove la vacanza si fa momento di serenità.

La Valsugana è una terra dove la natura ha il suo peso specifico fondamentale. Anche il Global Sustainable Tourism Council se ne è accorto, e sulla base dei 17 obiettivi del turismo sostenibile elaborati dall’ONU ha premiato questo gioiello italiano come meta di viaggio sostenibile: pensate, è la prima destinazione al mondo a potersi fregiare di questo riconoscimento.

Il “posto del cuore”, così viene chiamata, è una meta dove riscoprire il piacere di stare insieme, circondati dal piacevole silenzio della natura, dalla quiete e dal relax che solo la montagna sa regalare in ogni momento dell’anno. E a contribuire a queste emozioni, che ci ripagheranno dei mesi difficili appena trascorsi, centinaia di attrazioni e di itinerari potenziali.

Prendete la bici e pedalate lungo la ciclabile del Brenta, 80 chilometri che uniscono il Trentino a Bassano del Grappa con un imperdibile, continuo affaccio panoramico sul fiume. Lasciatevi conquistare dai laghi di Levico e Caldonazzo, entrambi premiati con la Bandiera Blu – un riconoscimento che la FEE assegna solo alle località balneari in linea con i criteri di accoglienza, sostenibilità, pulizia e balneabilità più rigidi del continente.

Anche in estate, non rinunciate a coniugare la voglia di libertà – soprattutto dei più piccoli – con un pizzico di cultura: Arte Sella è la galleria d’arte contemporanea a cielo aperto che si snoda tra gli scenari naturali della Valsugana. Qui artisti provenienti dai quattro angoli del globo hanno realizzato, negli ultimi trent’anni, un percorso di opere realizzate unicamente utilizzando i materiali presenti in loco. Al bando tempere, marmi e tavolozze: Arte Sella si “nutre” di legna e foglie, nonché della pietra locale per raccontare la tensione artistica di chi è rimasto incantato da questi luoghi straordinari. E per vivere al meglio quest’offerta culturale concerti, mostre, performance arricchiscono la proposta del turismo culturale in Valsugana in modo decisamente originale.

Chi invece vuole dedicarsi a riscoprire il bello del verde e del nostro pianeta potrà sicuramente godere degli altopiani di Vezzena e Marcesina, al confine con il Veneto. Qui si incontrano numerosi alpeggi, con mucche e capre che producono quel buonissimo latte che serve a creare formaggi gustosissimi. Gli stessi formaggi che si possono ricevere a casa partecipando al progetto “Adotta una mucca”, che aiuta gli allevatori di montagna a sostenere le spese in cambio, appunto, delle golosità casearie che ci arriveranno nei mesi autunnali. Non solo un do ut des che fa bene agli allevatori e alla nostra voglia di variare in cucina, ma un vero progetto di beneficenza che ha permesso in 15 anni, con 16mila adozioni, di sostenere le cause benefiche più importanti in Italia e nel mondo.

La dolcezza di questo territorio, la possibilità di fare sport in maniera leggera oppure con attrazioni studiate per i più allenati, i sapori dell’enogastronomia locale e l’irrinunciabile tutela del territorio fanno di Valsugana e Lagorai la meta ideale per questa estate 2020 in famiglia, per riscoprire il piacere di stare insieme divertendosi, in sicurezza e relax.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito VisitValsugana.it

Commenti

Stefano Maria Meconi

Seguici su Facebook