Icehotel Jukkasjarvi

Icehotel, ecco l’albergo interamente fatto di ghiaccio

 

Quale bambino non ha mai sognato di andare in un posto completamente ricoperto dal ghiaccio?

Magari proprio nel villaggio di Babbo Natale in Lapponia oppure nella Lapponia svedese, la magnifica regione della Svezia del Nord, l’ultima frontiera selvaggia dell’Europa Occidentale, particolarmente magica d’inverno con le vaste distese innevate, il mare ghiacciato e le aurore boreali che illuminano il cielo.

È qui si trova il fantastico ICEHOTEL, un albergo completamente di ghiaccio situato a Jukkasjärvi, 14 km a est di Kiruna, la città più settentrionale della Svezia.

Mappa

La storia dell’Icehotel

È stato il primo hotel di ghiaccio del mondo ed è ricostruito ogni anno con blocchi prelevati dal vicino fiume Torne, contestualmente allo svolgimento dell’annuale festival di scultura del ghiaccio. La quantità di neve utilizzata per realizzare tutto il complesso sarebbe sufficiente per fare 700 milioni di palle di neve, mentre solamente per i lampadari sono necessari 1000 cristalli di ghiaccio fatti a mano.

Costruire l’hotel ex novo ogni anno richiede un’enorme quantità di lavoro, che inizia con la raccolta di circa 5000 tonnellate di ghiaccio nel mese di marzo, mentre il periodo di costruzione vero e proprio è tra ottobre e dicembre. ICEHOTEL è aperto da dicembre ad aprile ospitando annualmente circa 50.000 visitatori, poi in primavera l’intero albergo si scioglie, tornando così al fiume Torne: è considerato una delle sette meraviglie della Svezia.

La struttura comprende due igloo utilizzati come sala da pranzo, uno con un bar (fatto di ghiaccio), un altro che funziona come lounge, dieci igloo con camere fino a sei posti letto e infine un igloo senza tetto dove ci si riunisce attorno al fuoco vivo e con tre vasche di legno colme di acqua calda, oltre che due tipi di sauna.

Diversamente da altri hotel di neve o ghiaccio, tutti gli igloo hanno un pavimento di legno. La superficie totale dell’edificio è circa 2 000 m2. La temperatura interna varia da 0 a -5 gradi. Per chi non vuole cenare al freddo c’è un ristorante dentro l’hotel Kraja a 200 metri dall’Iglootel. L’Iglootel offre diversi tipi di pacchetti, dalla semplice visita al pernottamento con cena. Le famiglie interessate a questa esperienza possono trovare la soluzione su misura per loro.

Il suo costante successo ha creato un fenomeno che ha favorito la creazione di strutture analoghe nel resto della Scandinavia e in svariate località del mondo. Gli impianti ad energia solare, che si avvarranno dei 100 giorni estivi in cui il sole non tramonta mai a queste latitudini consentiranno al visitatore di vivere un’esperienza di ghiaccio permanente.

Aurora boreale
Lo spettacolo dell’aurora boreale, una meraviglia naturale da ammirare insieme ai bambini

Quando arriva l’inverno il complesso permanente sarà inglobato al classico hotel di ghiaccio. Con un albergo aperto tutto l’anno gli ospiti potranno godere dell’alternativa di fare una visita al magico complesso dell’Icehotel anche d’estate, combinandola con attività tipiche estive come un’escursione sotto il sole di mezzanotte. Sarà un’esperienza magica che permetterà ai bambini di ammirare il fantastico sole di mezzanotte che in realtà non tramonta mai.

Dormire in un Igloo, vedere l’aurora boreale, conoscere una famiglia Sami, per i bambini, oltre che per i grandi, in Svezia può rappresentare un’ esperienza indimenticabile.

I Sami sono una popolazione indigena di circa 75.000 persone stanziata nella parte settentrionale della Fenno – Scandinavia, in un’area da loro chiamata Sápmi, che si estende dalla penisola di Kola fino alla Norvegia centrale includendo anche le regioni più settentrionali della Finlandia e Svezia e, nella regione della Lapponia.

I Sami hanno la loro storia, lingua, cultura, attività professionali, modo di vivere e identità.

Commenti

Redazione

Seguici su Facebook