Trentino con bambini

Trentino con bambini: le cinque località da non perdere

 

Il Trentino è fra le regioni italiane che dispone del maggior numero di proposte diverse, e ben organizzate, adatte per le vacanze delle famiglie con bambini di tutte le età. Sia in estate che in inverno, infatti, è possibile scegliere fra numerose attività sportive e ricreative, tutte sotto la supervisione di personale attento e preparato, appositamente dedicate ai più piccoli.

I genitori potranno scegliere se unirsi a loro oppure trascorrere del tempo in tutto relax mentre i bambini si divertono. Anche le offerte ricettive sono ampiamente diversificate, così da poter soddisfare le esigenze di tutti, sia per ciò che riguarda il budget sia per mantenere le proprie abitudini anche lontano da casa. Naturalmente il periodo natalizio offre ai turisti un valore aggiunto, soprattutto per i piccoli, perché ogni località organizza eventi e manifestazioni particolarmente coinvolgenti.

Il Trentino ha una lunga tradizione family friendly per cui il dilemma, molto spesso, è piuttosto quello di scegliere fra le tante possibilità. Per non sbagliare bisogna considerare anche l’età dei propri figli perché le attività disponibili, le diverse piste da sci e la varietà di esperienze a cui partecipare variano a seconda dei comprensori sciistici. Ecco, dunque, le località più belle in cui trascorrere le proprie vacanze in Trentino con i propri figli.

In Trentino con i bambini: Val di Sole

Qui il binomio Trentino con bambini si realizza alla perfezione, soprattutto se hanno un’età al di sotto dei 10 anni. Questa zona, infatti, è perfetta per cominciare a sciare, sia grazie alla presenza di scuole molto professionali, sia per la tipologia di piste. Se, poi, ci si dovesse accorgere che questo sport non è proprio il più adatto, non mancano altre opportunità di svago e divertimento.

Ci sono, infatti, vari impianti sportivi con piscine e piste di pattinaggio, oppure baby park dai quali partire con gli slittini per esplorare la natura incontaminata, il tutto sotto la sorveglianza dei maestri di sci che, oltre ad animare le giornate, sono in grado di fornire tutta l’assistenza necessaria. In Val di Sole si trovano anche molti parchi gioco adatti per tutta la famiglia.

In particolare A Folgarida c’è il Malghet Aut a 1855 m, dove si trovano tutti i servizi necessari per trascorrere una giornata all’insegna del divertimento. A Marilleva, a quota 1882 m, proprio all’arrivo della telecabina Copai-Panciana, si trova lo snow park per i più piccoli, mentre sempre nella stessa località, ma a 1400 m c’è Marillandia con una scuola di sci specializzata.

Ci sono, poi, Fantaski a Passo del Tonale, Family Park Daolasa in Valmastellina, Pejo Kinderland in Val di Pejo e lo Snowpark Biancaneve, dove si trova un divertentissimo tracciato per gommoni.

Dolomiti Paganella

Fra le aree più apprezzate e frequentate del Trentino, la Paganella è perfetta anche per le famiglie, che troveranno il perfetto equilibrio fra relax e divertimento a qualunque età, anche se i veri protagonisti sono i bambini.

Il progetto Family Wonderland, infatti, assicura un’ampia gamma di iniziative appositamente pensate per aiutare i genitori durante il soggiorno in questa località, da fare sia insieme ai figli, sia separatamente. Tutto inizia dai family hotel che organizzano ogni singola attività, come lezioni di sci nel comprensorio sciistico della Paganella, passeggiate fra la natura, miniclub, servizio di baby sitting e moltissimo altro.

Se si vuole prenotare una vacanza in questa zona, vale la pena fare attenzione alle settimane del Dolomiti Paganella Family Festival, durante le quali il calendario delle attività è particolarmente nutrito, ci sono sconti per i soggiorni, vari servizi gratuiti e pacchetti all-inclusive che mettono al centro di tutto le famiglie.

Val di Fiemme

Non c’è bisogno di decantare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche di questo angolo del Trentino, ma quello che forse è meno conosciuta è la perfetta organizzazione di tutte le strutture ricettive e di accoglienza, per assicurare alle famiglie una splendida permanenza sul territorio.

I bambini più piccoli possono imparare a sciare con i qualificatissimi maestri, mentre i genitori si dedicano in tutta tranquillità alle loro attività preferite. Quale Ski Kindergarten scegliere? Difficile a dirsi dal momento che questa è una valle interamente dedicata ai bambini.

Sul territorio ce ne sono ben quattro: il Regno dei Draghi a Gardone, Bip Club a Pampeago, Cermislandia sul Cermis e la Tana degli Gnomi a Ballamonte. In ognuno di essi si sperimenteranno molte attività nuove, giochi sulla neve ed esperienze didattiche per insegnare ai più piccoli il rispetto per la natura.

Val Rendena

Madonna di Campiglio è la regina indiscussa delle Dolomiti. Per le mamme che vogliono dedicarsi alla vita mondana della cittadina o per i papà che aspettano di trascorrere tutta la giornata sulle piste di sci, ci sono i miniclub attrezzati, come la Tana di Rendy, in grado di occuparsi dei bambini, organizzando mille iniziative differenti, comprese le ciaspolate nei boschi, le gite in slittino e le attività di animazione.

In estate ed in inverno, poi, con la Dolomeetcard Family ci sono moltissime agevolazioni, sconti ed uso gratuito dei mezzi pubblici in tutto il Trentino; un’ottima occasione per risparmiare anche un po’. In Val Rendena, gli itinerari per famiglie sono particolarmente interessanti sia dal punto di vista storico, sia da quello naturalistico. Per questo motivo è consigliabile richiedere tutte le informazioni presso gli uffici turistici del territorio.

San Martino di Castrozza, Trentino con bambini e natura

San Martino di Castrozza si trova nelle vicinanze del famoso Parco Naturale di Paneveggio, uno degli ambienti più suggestivi non solo del Trentino, ma di tutta l’Italia; è qui, infatti, che si trovano gli abeti secolari ed i recinti dei cervi.

Le settimane bianche, poi, sono all’insegna della Dolomiti Family Fun che prevede hotel convenzionati, trasporto dei bambini (dai 4 ai 12 anni) sulle piste di sci con l’apposito Funny Skibus, corsi collettivi ed animazione.

Tutto questo senza genitori al seguito. Nel pomeriggio, invece, le attività vengono fatte insieme a tutti i componenti della famiglia condividono le esperienze e si divertono insieme.

Commenti

Redazione

Seguici su Facebook