Vacanze di Natale all'estero

Vacanze di Natale all’estero in famiglia

 

Viaggiare all’estero con i bambini è consigliatissimo, perché sin da piccoli espone i nostri cuccioli a culture, tradizioni e luoghi diversi e accresce la loro innata curiosità.

A seconda delle destinazioni – per motivi di clima, soprattutto – ma anche per evitare possibili problemi di salute legati alle particolarità delle zone, è importante seguire qualche consiglio utile, soprattutto nel periodo di Natale.

Proprio durante le feste, infatti, possono verificarsi delle situazioni che rendono potenzialmente il viaggio meno rilassante: luoghi affollati, minore disponibilità di presidi medici, alimentazione più sregolata. Ma con alcuni suggerimenti anche questa esperienza sarà da ricordare, e per i motivi giusti!

Dove trascorrere le vacanze di Natale all’estero?

Fare una vacanza con i bambini non è mai semplice. Prima di tutto bisogna necessariamente decidere dove si vuole andare e la tipologia di viaggio che si vuole intraprendere. Passare le festività in viaggio con i più piccoli è consigliato proprio per fargli conoscere la storia del mondo divertendosi.

Germania, Francia e Svizzera sono tra le mete più indicate durante il periodo festivo invernale: insieme alle tante opportunità turistiche, infatti, si unisce la passione per la cultura a quella per la natura e lo sport. Dallo sci alle passeggiate in città, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Se invece si vuol fare un viaggio divertente e pieno di spensieratezza si può scegliere visitare l’intramontabile Disneyland Paris, il parco giochi più interessante e interattivo del Vecchio Continente, dove i vostri figli potranno immergersi nelle atmosfere dei cartoni animati più belli di sempre. In questo momento per esempio ci sono attrazioni basate sul cartone Il Re Leone e Frozen ma ogni mese lo scenario cambia per vivere di volta in volta esperienze diverse.

Come viaggiare al meglio

Per viaggiare in tranquillità con i bambini bisogna tenere in considerazione le loro esigenze e metterli in condizione di stare comodi o di dormire il più possibile durante il viaggio, così avranno la possibilità di non dover aspettare troppe ore prima di arrivare.

Il mezzo di trasporto più veloce per le vostre vacanze di Natale all’estero è sicuramente l’aereo, che permette di scegliere rotte notturne più indicate proprio per i viaggi dei più piccoli. Se però la tratta è diurna, assicuratevi di avere a disposizione giocattoli e intrattenimenti, in modo da far trascorrere il tempo senza noia.

Allo stesso modo anche il treno può essere considerato una buona alternativa, limitatamente alle destinazioni comunitarie: spazi ampi, possibilità di camminare e tempi meno contingentati lo rendono un mezzo da scegliere anche per non gravare eccessivamente sul budget della vacanza.

Meno indicata è infine l’automobile: i tempi di percorrenza si allungano enormemente e la ristrettezza degli spazi renderebbe i pargoli maggiormente insofferenti alla distanza. Ovviamente, senza dimenticare il mal d’auto, circostanza decisamente spiacevole a qualsiasi età.

Perché trascorrere le vacanze di Natale all’estero?

Trascorrere le vacanze di Natale all’estero ha numerosi vantaggi, soprattutto per i bambini. Qualsiasi meta si scelga rappresenterà infatti un momento di arricchimento culturale e personale da non sottovalutare.

Gli studi accademici nel campo pediatrico sono concordi nel definire come fondamentale la stimolazione dell’attività cognitiva attraverso la percezione, l’attenzione e la memoria. Tutti aspetti che ricorrono in maniera evidente durante un viaggio: il bambino è infatti maggiormente attento a ciò che lo circonda, osserva grazie alla sua innata curiosità e risponde agli input esterni attraverso l’espressione di emozioni, sensazioni e ricordi che ne espandono le capacità.

In questo senso è importante anche il confronto con ambiti linguistici diversi: i linguisti raccomandano infatti l’apprendimento della seconda lingua già a partire dai 3 anni. In questo modo lo sviluppo del linguaggio risulta più ampio e rapido, con risultati migliori sul breve, medio e lungo periodo.

Un consiglio? Mentre siete al ristorante o in qualsiasi situazione sociale che richiede interazione con una lingua diversa dall’italiano, coinvolgete i vostri bambini: impareranno a interfacciarsi con gli altri e miglioreranno la capacità di interazione sociale, anche con piccoli gesti o alcune parole essenziali, come colori, numeri o grandezze.

Commenti

Redazione

Seguici su Facebook