vacanze in camper

Vacanze in camper, per un viaggio che non ti annoia!

 

Grandi e dotati di ogni comfort, sono sempre attualissimi quando si parla di viaggio in famiglia: ecco i consigli per le vostre vacanze in camper!

Famiglia e vacanza on the road: un binomio che, tra alti e bassi, continua a conquistare le preferenze di molti genitori. Il camper è in questo senso un alleato formidabile: mentre il papà o la mamma guidano, i piccoli non devono rimanere seduti negli spesso scomodi sedili posteriori, ma possono giocare e sgranchirsi le gambe negli spazi – spesso sempre più grandi e ottimizzati – di queste case su quattro ruote.

Dimenticatevi infatti i camper di qualche decennio fa, che erano solamente delle automobili poco più grandi e sgraziate: oggi questi mezzi hanno raggiunto livelli di comfort pari a quelli che si avrebbero in un’abitazione, ma con la praticità di potersi spostare come e quando si vuole.

Come scegliere il mezzo giusto

Dalla connessione WiFi alle dinette sempre più ampie, passando per i letti ribaltabili che possono diventare dei comodi spazi per riporre biciclette, zaini e valigie questi mezzi di trasporto si trasformano a seconda delle esigenze dei viaggiatori. È importante fare attenzione ai posti omologati, in modo da non incorrere nelle sanzioni amministrative e valutare anche il tipo di viaggio che si vuole fare.

Se la vacanza si riduce a 3-4 giorni, magari un weekend lungo o un ponte di Ferragosto, si possono accettare uno o due compromessi pur di tenere i costi leggermente più bassi. Se abbiamo invece in programma un viaggio di almeno una settimana, possiamo ricorrere a mezzi (ovviamente in noleggio, grazie ai tanti Rent center presenti in Italia e in Europa) più strutturati. Ce ne sono davvero di ogni tipo: da quelli con le ampie finestre panoramiche fino ai camper ispirati alla ricerca dell’eleganza come negli yacht, fino ad arrivare a quelli lunghi come degli autobus di linea, con tanto di terrazza esterna e vasca idromassaggio.

I costi variano a seconda della durata del noleggio, del mezzo scelto e della località nella quale avviene il ritiro (e la riconsegna) del camper. Indicativamente, un guidatore 45enne che prenota un camper 4 posti a Milano, e lo riconsegna dopo 4 giorni, spenderà intorno ai 200-250 euro al giorno, con chilometraggio illimitato e pieno di benzina già fatto. I prezzi sono molto flessibili e includono sconti per noleggi più lunghi.

Se invece il camper è di nostra proprietà, i costi si riducono enormemente, dovendo “soltanto” riempire il serbatoio. Questa è una soluzione ideale per chi lo usa con una certa frequenza, potendo personalizzarlo e riempirlo di oggetti che torneranno utili a grandi e piccoli durante i viaggi. Anche in questo caso, è importante sfruttare gli spazi al meglio, dotare i sedili di seggiolini in base alle età dei bambini e prevedere la presenza di giochi, penne e colori e tutto quello che può aiutarli a trascorrere un viaggio in tutta serenità.

Vacanze in camper: dove andare?

Vacanze in camper sì, ma dove? L’Italia è ricchissima di percorsi e itinerari da seguire in camper, deviando dalle solite (e noiose) autostrade e tuffandosi nell’entroterra a caccia di borghi, laghi e fiumi dove ammirare panorami bellissimi.

È il caso della Strada del Conegliano Valdobbiadene in Veneto: qui mamma e papà potranno gustarsi un bicchiere del vino locale e i piccoli respirare l’aria pura delle colline venete. Imperdibile anche un passaggio sulle Dolomiti, dove i bambini si sentiranno “esploratori” nello scalare uno dopo l’altro i passi di montagna, mentre se preferite il mare seguite la Tirrenica in Calabria oppure percorrete il bellissimo tratto vista mare che unisce Venezia a Trieste.

E se prevedete una capatina all’estero, lasciatevi conquistare dalla Romantische Strasse, la strada romantica della Germania che tocca Baviera e Baden-Wurttemberg.

Commenti

Stefano Maria Meconi

Seguici su Facebook